Serie di 6 opere

ROBO-GOV,   2012

Robo-Gov 1
Robo-Gov 1

Collage puro, cm 20x30, 2012

press to zoom
Robo-Gov 2
Robo-Gov 2

Collage puro, cm. 20x30, 2012

press to zoom
Robo-Gov 6
Robo-Gov 6

Collage puro, cm. 20x30, 2012

press to zoom
Robo-Gov 1
Robo-Gov 1

Collage puro, cm 20x30, 2012

press to zoom
1/6

Per ingrandire clicca sopra l'immagine

La pinacoteca “Robo-Gov, ritratti del capitalismo oggi”, didascalie di D.Knorr

 

La meccanicità del potere. Scenari e ritratti del capitalismo moderno.

 

Elsa Fornero, ondeggiante in un’ ambientazione che la fa sembrare una spietata madre superiora, svolazza tra pareti bianche, a suo agio in una stanza dei bottoni nella quale sembra attivabile come robot. Il suo compito? Come per tutti gli altri personaggi, in questi ritratti grotteschi  incorniciati in chiave barocca, sembrerebbe che sia l’emissaria di un forza sconosciuta, che richiede un … sacrificio immediato. Del “bene”, superiore appunto ai destini di tutti, di una entità immateriale e potente: il Capitale. Queste figure ripropongono l’opera d’arte politica, paragonando i potenti agli Angeli-Funzionari del Giudizio universale. Una scelta vivace in una panorama artistico concettuale così carente di punti critici.
Per Saverio Feligini, esperto collagista con già all’attivo mostre sia in Italia che all’estero, questa serie di ritratti sarcastici di figure politiche italiane è un contorno inedito a una mostra che porta finalmente vicino a casa (l’artista cosmopolita è di origini pesaresi) il suo lavoro visionario. Fulcro dell’ esposizione sono infatti i grandi collages della serie “Check point”, una riflessione dai tratti onirici sui tempi, le barriere ed il controllo nelle metropoli, anch’essi corredati dai testi di Francesca Palazzi Arduini, scritti appositamente per la narrazione delle immagini, una collaborazione già svolta con successo nella mostre di Pisa e di Roma.